Iscriviti alla Newsletter :

Consulta il Blog e iscrivi la tua email: puoi ricevere direttamente informazioni sullo sviluppo della situazione umanitaria e geopolitica della regione rimanendo aggiornato sull'avanzamento dell' "Operazione Darfur".

Servizio by FeedBurner

I nostri aggiornamenti

10/11/09

Frontiera Ciad/Darfur: un altro volontario della Croce Rossa rapito.

Sintesi: Coordinazione Darfur
Fonte: CICR (Inglese), FranceInfo (Francese)

A 19 giorni dal rapimento di Gauthier Lefèvre, Delegato del CICR in Sudan, un agronomo francese della Croce Rossa Internazionale è stato rapito nell'Est del Ciad, nei pressi del confine con il Darfur Sudanese.


Il rapimento è avvenuto ieri sera (9/11/09) nel villaggio frontaliero di Kawa in Ciad. Laurent Maurice ha 37 anni ed era nella regione per lavorare ai programmi di sviluppo agricolo che garantiscono parte dell'auto-alimentazione della popolazione.

Assieme ad un collega del CICR avevano deciso di passare la notte in questa località quando sono stati attaccati da alcuni uomini armati che lo hanno sequestrato.

La Croce Rossa non ha notizie sulla natura del sequestro o sulla nazionalità dei sequestratori. Il CICR annuncia essersi subito messo in contatto con il governo del Ciad e le altre parti presenti nella regione.

Due settimane fa nel caso del sequiestro di Gauthier Lefèvre (l'altro dipendente del CICR rapito dal lato sudanese del confine) era giunta una richiesta di riscatto. Il CICR ha per politica di non pagare in questi casi.

Il confine Est del Ciad ospita circa 250 000 rifugiati sudanesi per lo più del Darfur, ma le condizioni di insicurezza e violenza lungo la fragile frontiera hanno costretto anche 160 000 Ciadiani a vivere in campi per spostati interni. Nella regione è dispiegato il contingente di pace UNAMID integrato con forze Europee.

Leggi il rapporto di attività del CICR in merito (Inglese)

SEGUICI IN RSS TWITTER FACEBOOK

Operazione Darfur è un iniziativa della Coordinazione Attività Umanitarie - Croce Rossa Italiana, Comitato Provinciale di Padova con la collaborazione del Segretariato Italiano Studenti di Medicina di Padova, il Parlamento Europeo degli Studenti, Joomla! Veneto e dell'Associazione culturale Stultiferanavis di Venezia.

Questo progetto è stato finanziato grazie a donazioni private, alla Provincia di Padova e al Bando nazionale 2008 del SISM.