Iscriviti alla Newsletter :

Consulta il Blog e iscrivi la tua email: puoi ricevere direttamente informazioni sullo sviluppo della situazione umanitaria e geopolitica della regione rimanendo aggiornato sull'avanzamento dell' "Operazione Darfur".

Servizio by FeedBurner

I nostri aggiornamenti

19/07/09

Sudan/Darfur: Prigionieri liberati sotto l'auspicio del CICR

Fonte: Comunicato CICR (Inglese), BBC
Traduzione: Coordinazione Darfur

Khartoum/Geneva (ICRC) – Ieri (18/07/09) il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) ha agevolato il trasferimento di 60 detenuti alle autorità sudanesi a Kutum, Nord Darfur. I prigionieri erano in custodia del Justice and Equality Movement (JEM) in seguito ai recenti scontri armati.

"Anche se il CICR non ha partecipato al negoziato, abbiamo agito in campo puramente umanitario, alla richiesta di entrambe le parti: le Autorità Sudanesi e il JEM, per servire da intermediario neutrale nel trasferimento di 55 personali delle forze armate e 5 delle forze di polizia alle Autorità Sudanesi," ha precisato Jordi Raich, il capo della delegazione del CICR in Sudan. "Il CICR può, quando gli viene richiesto, aiutare le parti di un conflitto con disposizioni pratiche che portano alla liberazione di detenuti."

I prigionieri liberati dal JEM sono stati precedentemente intervistati in privato dal CICR per assicurarsi che la loro liberazione avvenga conformemente alla loro volontà. Il CICR ha il mandato per agire quale intermediario neutrale. Più importante ancora: ha la fiducia e il rispetto delle parti, questo lo rende in a posizione di aiutare a realizzare con successo questa complessa operazione.

Il CICR lavora in Darfur dal 2004, distribuendo aiuti alle vittime del conflitto armato e di altre violenze. L'Organizzazione rimane pronta a fornire supporto per qualsiasi altra operazione simile in futuro, se le parti lo richiederanno.

SEGUICI IN RSS TWITTER FACEBOOK

Operazione Darfur è un iniziativa della Coordinazione Attività Umanitarie - Croce Rossa Italiana, Comitato Provinciale di Padova con la collaborazione del Segretariato Italiano Studenti di Medicina di Padova, il Parlamento Europeo degli Studenti, Joomla! Veneto e dell'Associazione culturale Stultiferanavis di Venezia.

Questo progetto è stato finanziato grazie a donazioni private, alla Provincia di Padova e al Bando nazionale 2008 del SISM.