Iscriviti alla Newsletter :

Consulta il Blog e iscrivi la tua email: puoi ricevere direttamente informazioni sullo sviluppo della situazione umanitaria e geopolitica della regione rimanendo aggiornato sull'avanzamento dell' "Operazione Darfur".

Servizio by FeedBurner

I nostri aggiornamenti

16/03/09

Governo Sudanese: fine delle operazioni umanitarie internazionali in Darfur tra un'anno.

Fonte: Reuters, France Info (Francese), AFP, Reuters, Reuters (Inglese)
Traduzione e sintesi: Coordinazione Darfur

L'annuncio del Presidente sudanese oggi: Il Governo desidera "nazionalizzare" gli aiuti umanitari smentendo l'ONU: "siamo in grado di rimpiazzare le ONG di cui non abbiamo bisogno". Riferendosi poi di nuovo ai volontari delle organizzazioni di soccorso internazionali ha annunciato di voler "liberare il Sudan dalle spie" entro un anno accusando le ONG di collaborazione con la Corte Penale Internazionale.

Qualche giorno fa l'ONU aveva commentato l'espulsione di 13 ONG dal Darfur affermando che "ne l'Organizzazione delle Nazioni Unite ne il Sudan sono in grado di far fronte alla situazione umanitaria".

Queste ONG hanno per la maggior parte deciso di non cooperare con la Corte Penale Internazionale e stanno tentando trattative per permettere il loro ritorno in tre aree del Darfur dove la situazione umanitaria si starebbe rapidamente degradando.

Come diretta conseguenza di questo annuncio il Presidente sudanese ha ordinato il trasferimento della distribuzione degli aiuti umanitari a personale sudanese scelto dal Ministero degli Affari Umanitari (il cui ministro è, come il Presidente sudanese, oggetto di un mandato d'arresto internazionale da parte della Corte Penale Internazionale per le atrocità commesse contro le popolazioni civili del Darfur).

Sempre durante lo stesso discorso il Presidente del Sudan avrebbe invitato "gli Stati Uniti e gli altri paesi donatori ad interrogarsi se continuare o meno a investire soldi per lo sviluppo del terzo mondo ora che gli vengono tolte le possibilità di gestire come spenderlo."

Si è positivamente conclusa la vicenda del sequestro degli operatori di MSF Belgio dopo tre giorni di estrema preoccupazione. Quasi tutte le analisi su questa vicenda concordano nel definire la motivazione della presa d'ostaggi come una mossa politica.

Oggi il contingente Europeo (EUFOR) di monitoraggio della frontiera esterna del Darfur cambia nome e si integra nel comandamento ONU. Le sue mansioni sono pressoché invariate.

SEGUICI IN RSS TWITTER FACEBOOK

Operazione Darfur è un iniziativa della Coordinazione Attività Umanitarie - Croce Rossa Italiana, Comitato Provinciale di Padova con la collaborazione del Segretariato Italiano Studenti di Medicina di Padova, il Parlamento Europeo degli Studenti, Joomla! Veneto e dell'Associazione culturale Stultiferanavis di Venezia.

Questo progetto è stato finanziato grazie a donazioni private, alla Provincia di Padova e al Bando nazionale 2008 del SISM.