Iscriviti alla Newsletter :

Consulta il Blog e iscrivi la tua email: puoi ricevere direttamente informazioni sullo sviluppo della situazione umanitaria e geopolitica della regione rimanendo aggiornato sull'avanzamento dell' "Operazione Darfur".

Servizio by FeedBurner

I nostri aggiornamenti

05/12/08

TPI: Occampo conferma le richieste di mandato. "Abbiamo le prove"

Fonte: UN, AFP, AFP, MIUAD
Traduzione e sintesi: Coordinazione Darfur

Mercoledì il Procuratore Generale della Tribunale Penale Internazionale, Luis Moreno-Ocampo, ha confermato davanti ai 15 del Consiglio di Sicurezza all'ONU che dispone delle prove contro i perpetuatori del "Genocidio" e di altri gravi crimini in Darfur e che rimane intenzionato a procedere alla richiesta di arresto per il Presidente del Sudan Omar Al Bashir e alcuni suoi vici.

Il Procuratore ha ribadito la necessità di "non lasciare i crimini impuniti" ma ha anche fatto presente della sua "inquietudine rispetto al rischio di ripercussione sul personale umanitario e di Peace Keeping presente in Sudan" alla pubblicazione dei mandati.

Il Consiglio di sicurezza deve ora decidere se dar seguito alle richieste del Procuratore o se congelare i mandati per un anno come lo chiedono alcuni paesi (specialmente quelli che hanno inviato soldati nell'UNAMID) ma anche alcune agenzie umanitarie.

Nel frattempo la situazione in Darfur è stata qualificata di "sempre meno sicura" dai responsabili della MINUAD e da una nota ufficiale delle Nazioni Unite che qualche giorno fà denunciavano congiuntamente come "nulla di fatto" il Cessate il Fuoco invocato dal governo sudanese, e accusavano ancora l'aviazione militare di Khartoum di nuovi raid aerei sui campi civili.

La stampa africana rapporta che gruppi di JandJaweed (celebri miliziani pro-governativi: i Diavoli a Cavallo) sono attualmente "all'opera" attorno al campo di spostati interni di Hassa Hissa distruggendo le pompe d'acqua. Notizia confermata dalla MINUAD.

Il campo di Kelma invece (reso tristemente famoso dai recenti attacchi) ha ricevuto nuovi arrivi di sfollati. La popolazione che ci risiede è ora stimata ad 88000 persone. Ieri un convoglio di aiuti che si recava al campo è stato ataccato e derubato.

SEGUICI IN RSS TWITTER FACEBOOK

Operazione Darfur è un iniziativa della Coordinazione Attività Umanitarie - Croce Rossa Italiana, Comitato Provinciale di Padova con la collaborazione del Segretariato Italiano Studenti di Medicina di Padova, il Parlamento Europeo degli Studenti, Joomla! Veneto e dell'Associazione culturale Stultiferanavis di Venezia.

Questo progetto è stato finanziato grazie a donazioni private, alla Provincia di Padova e al Bando nazionale 2008 del SISM.